• anello
  • caffe
  • colata caffe
  • tazzina
  • tazzine goccia
  • VARIE1
  • VARIE6

L'espresso perfetto

Il sistema espresso nasce dall’esigenza di ottenere la bevanda caffè in tempi rapidi (la parola “espresso” in lingua italiana significa veloce, al momento), per rendere simultanee la fase di preparazione con quella di consumo.
Per la realizzazione di un espresso, le condizioni standard della fase di percolazione sono: una dose di caffè macinato di 7 gr (più o meno 0,5 gr); la temperatura dell’acqua all’uscita del gruppo compresa all’interno del range di 88-94° C a seconda della composizione e del grado di tostatura della miscela di caffè utilizzata; la pressione dell’acqua nella fase di infusione pari a 9 bar (+/- 1); il tempo di percolazione pari a 25” (più o meno 2,5”); la temperatura del caffè in tazza intorno ai 67°C +/-3°.
 

Come va preparato: a macchina calda, sganciare il portafiltro, liberarlo dalla pasticca di caffè e pulirlo con un panno; per ogni tazzina, aggiungere nel portafiltro una dose di 7 grammi di caffè macinato fresco; pressare il caffè con decisione, accertandosi che sia distribuito in maniera uniforme e compatta; eliminare dal portafiltro ogni residuo di polvere caduta intorno; estrarre per circa 25 secondi. Un caffè espresso preparato a regola d’arte riempirà circa metà tazzina, con una deliziosa crema color nocciola sulla superficie.

 

caffe

Le caratteristiche di un espresso ideale

  • Crema: è la caratteristica immediatamente visibile che ricopre ogni buon espresso. La crema ideale ha una tessitura fine, una superficie regolare e uno spessore di 3-4 mm. La sua persistenza dovrebbe essere di 3-4 min così da trattenere le componenti volatili del caffè. Color nocciola con riflessi rossicci e striature testa di moro.
  • Aroma: lo sprigionarsi di centinaia di sostanze aromatiche fa scaturire il profumo inconfondibile del vero espresso italiano. Equilibrato e pieno.
  • Corpo: la corposità è determinata da una sensazione di densità, dovuta alla presenza di emulsioni oleose e sostanze insolubili (colloidi) presenti nell’estratto. Elevato, denso, rotondo, pieno. Si avverte distintamente una certa acidità che trasmette sensazioni di freschezza, mentre ha un basso grado di astringenza.  
  • Gusto: il perfetto espresso deve avere un gusto equilibrato ed armonico senza la prevalenza di un sapore specifico. Equilibrato e molto persistente.